Proposte di ricerca

Sistemi e soluzioni per il trattamento acque reflue

Trattare acque reflue prevenendo danni ambientali

Il trattamento delle acque reflue è un processo complesso che deve tenere in considerazione il valore delle risorse idriche e la prevenzione di possibili danni ambientali. I processi ottimali che garantiamo noi assicurano una depurazione efficiente delle acque reflue oltre ad un elevato risparmio. La nostra attenzione è volta sia ad ottenere processi efficaci che alla ricerca di soluzioni che permettano di ridurre i consumi in termini energetici e ambientali.

Tutte le fasi del processo depurativo

La linea di prodotti Idrosid è pensata per soddisfare le esigenze di tutte le fasi del processo depurativo a partire dai pretrattamenti, con un’ampia gamma di grigliature che spaziano dalle grossolane alle fini, alla dissabbiatura e compattazione di grigliato e fanghi.

Progettiamo e costruiamo macchine per la filtrazione finale dei reflui, indispensabili per garantire un’efficiente disinfezione dei reflui trattati prima dello scarico o del riutilizzo dell’acqua, sia come acqua di processo per le attività industriali che nelle attività agricole.

Dal progetto all’installazione e manutenzione

Progettiamo e costruiamo macchine ed apparecchiature per il settore del trattamento acque reflue e offriamo molteplici soluzioni per la depurazione dei reflui civili e industriali e delle acque di processo. Siamo con voi anche nella fase di installazione e manutenzione delle macchine fornite.

Prodotti

IDR-FRD

Portate trattabili fino a 1100 m3/h, a seconda del carico di solidi sospesi in ingresso; concentrazioni di solidi sospesi massime trattabili in ingresso 60 – 80 mg/l, solidi sospesi in uscita ≤ 10 mg/l.

Filtro a dischi rotanti semisommerso con funzionamento a gravità in continuo per la rimozione dei solidi sospesi e per l’abbattimento di COD, BOD5 e fosforo legati ai solidi sospesi. Modelli da 2 a 20 dischi a seconda delle esigenze dell’impianto di depurazione. Per saperne di più

Vantaggi

  • Costruzione in acciaio inox Aisi 304/316 con possibilità di installazione in vasca in calcestruzzo o in vasca in acciaio inox Aisi 304/316;
  • Elemento filtrante in poliestere, grado di filtrazione tra 6 e 40 μm; possibilità di variare il grado di filtrazione se le condizioni di esercizio lo richiedono;
  • Tessuto filtrante piano fissato alla cornice senza l’uso di collanti: possibilità di riutilizzo della cornice in caso di manutenzione;
  • Filtro con dispositivo per la regolazione delle tenute idrauliche nel tempo;
  • Filtro di sicurezza a pulizia manuale o semiautomatica per la protezione degli ugelli interamente in acciaio inox Aisi 304/316 inserito sulla tubazione di controlavaggio, evita il problema dell’intasamento degli ugelli di controlavaggio;
  • Dischi rotanti, sistema di pulizia statico: manutenzione senza necessità di svuotare la vasca o rimuovere il filtro, riduzione dei consumi energetici per rotazione solo durante la fase di lavaggio;

IDR-FRO

Portate trattabili fino a 350 m3/h, a seconda del carico di solidi sospesi in ingresso e del grado di filtrazione del tessuto filtrante; concentrazioni di solidi sospesi massime trattabili in ingresso 60 – 80 mg/l, solidi sospesi in uscita ≤ 10 – 20 mg/l.

Filtro a tamburo rotante semisommerso con funzionamento a gravità in continuo per la rimozione dei solidi sospesi e l’abbattimento di COD, BOD5 e fosforo legati ai solidi sospesi. Modelli con tamburo filtrante da 500 a 2000 mm di diametro, da 500 a 3000 mm di lunghezza, tessuto con grado di filtrazione da 20 a 100 µm a seconda delle esigenze. Per saperne di più

Vantaggi

  • Costruzione in acciaio inox Aisi 304/316 con possibilità di installazione in vasca in calcestruzzo o in vasca in acciaio inox Aisi 304/316;
  • Elemento filtrante in poliestere a doppio strato e trama tridimensionale, particolarmente robusto e di lunga durata, con grado di filtrazione tra 20 e 100 μm; possibilità di variare il grado di filtrazione se le condizioni di esercizio lo richiedono;
  • Tessuto filtrante piano fissato al tamburo senza l’uso di collanti;
  • Filtro con dispositivo per la regolazione delle tenute idrauliche nel tempo;
  • Possibilità di inserimento di un filtro di sicurezza a pulizia manuale o semiautomatica per la protezione degli ugelli interamente in acciaio inox Aisi 304/316 sulla tubazione di controlavaggio, per evitare il problema dell’intasamento degli ugelli di controlavaggio;
  • Tamburo rotante, sistema di pulizia statico: manutenzione senza necessità di svuotare la vasca o rimuovere il filtro, riduzione dei consumi energetici per rotazione solo durante la fase di lavaggio.

Ci contatti

Ing. Massimo Calabrò

Amministratore delegato, ProMinent Italiana S.r.l.

»Il mio team ed io siamo sempre a vostra disposizione. Inviateci la vostra richiesta.«

+39 0471 9200 00  Invia richiesta